La città dei fantasmi 

 

Maronn’ u fantasma!!

Così ce la introduce con sarcasmo la nostra host Mary, 57 anni, divorziata e trasferitasi di recente da Teheran a Yazd, una delle città più conservatrici dell’Iran.

   

Il secanjamin, una bevanda rinfrescante a base di sciroppo di aceto di uva passa e semi di chia.
 

In effetti il fatto di essere in mezzo a due deserti non rende i pomeriggi molto adatti a passeggiate nel labirinto di fango e mattoni e le poche persone che si aggirano sono donne avvolte nel nero chador.. 

   

  

Bagh-e Dolat Abad

Ignari degli sguardi straniti dei fantasmi riusciamo a salire su un tetto per avere uno scorcio di quella giungla di badgir (torri del vento) che caratterizza lo skyline del centro storico. 

   

Le torri del vento, un esempio eccellente di bioarchitettura
   
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...